05

 

L’ OMM – Orchestra Multietnica Mediterranea è un progetto che nasce dall’idea di proporre Napoli  come crocevia di culture diverse che possano  esprimersi  attraverso il linguaggio plurale  ed universale della  musica. Con questo progetto si intende avviare un percorso che si sviluppi abbracciando tutti i popoli che in qualche modo hanno attraversato il Mediterraneo, dal Sud America alla Spagna al Nord Africa, dalla Turchia alla Grecia, dall’Asia all’Europa dell’est. L’OMM è composta da musicisti delle più diverse origini e tradizioni culturali presenti sul territorio e trae linfa vitale dai rifugiati e richiedenti asilo presenti nell’orchestra ponendosi come base di ricerca di lavoro e riscatto sociale. L’Orchestra Multietnica Mediterranea intende farsi portavoce di tutte le manifestazioni a favore dei diritti umani.
In questo senso è fondamentale la collaborazione con l’Associazione di promozione sociale “Garibaldi 101”. Tale progetto desidera restituire a tutto il Mediterraneo l’antico valore di luogo scenario di contaminazioni culturali  molteplici   che   hanno   attraversato  tutta  la  sua   storia, disegnando la ricchezza dell’attuale tessuto umano, che non può che fare a meno di prendere le  distanze  da  una  visione  problematica  della  convivenza e del fenomeno migratorio. L’orchestra vuole valorizzare, attraverso l’espressione musicale, l’importanza dell’incontro tra culture diverse.

L’orchestra si pone al centro di una serie di percorsi multidirezionali che vedono l’elaborazione di altre tipologie di progetti che contribuiscono a fare dell’Orchestra  un laboratorio permanente:

Da gennaio 2014:
1. Coro Multietnico
2. Grammatica della musica
3. Orchestra Mediterranea Giovanile

1. La formazione di un coro multietnico:
Formato da adolescenti e giovani.
I giovani rappresentano la chiave ed il fulcro per la costruzione di un nuovo modello culturale fondato sul rispetto e la valorizzazione delle culture di origine e di accoglienza .
Nelle società moderne è fondamentale che, sia i nuovi immigrati che quelli di seconda generazione, siano parte integrante del Paese di nuova residenza, ma che allo stesso tempo non perdano i legami con il loro mondo di origine.
Il coro, si propone attraverso  il linguaggio universale della musica di facilitare il processo di formazione di queste nuove identità.
Per di più, l’incontro tra culture diverse, l’intrecciarsi dei rapporti e lo scambio  di  relazioni  e  reciproche  conoscenze  che  ne  scaturisce,  favorisce  tale processo  sin dall’infanzia. Sottolineando oltretutto che la conoscenza di mondi e culture diversi dal nostro è fonte di crescita e arricchimento per tutti noi.
Gli obiettivi: Promuovere esperienze di integrazione attraverso la pratica musicale e la ricerca sui repertori musicali tradizionali.

2. Grammatica della musica:
Corso in 12 lezioni di introduzione ai materiali della musica
Le caratteristiche del suono;
Il linguaggio musicale;
Le forme musicali;
Scrittura e lettura di base;
Armonia.
Ovvero, le conoscenze essenziali e fondamentali che servono per “fare musica”, analizzate e spiegate in maniera semplice e accessibile a tutti.

3. Orchestra Multietnica Giovanile:
La formazione di un’Orchestra Giovanile Mediterranea che diventi luogo di scambio e di incontro oltre che di formazione.
Un punto di riferimento per i giovani che amano la musica e che vogliano esprimersi attraverso questo linguaggio.
Un modo efficace che arricchisca il proprio bagaglio culturale e sia un contributo reale per formazione di una nuova coscienza sociale.

I corsi sono principalmente rivolti agli adolescenti e giovani  stranieri ma anche agli italiani.
Giovani italiani e stranieri insieme per favorire le occasioni di incontro e di scambio di esperienze fra le diverse culture nel contesto di una realtà multietnica.
La partecipazione prevede una scheda di iscrizione.

Per il corso di Grammatica della musica, è prevista la formazione di gruppi da un minimo di 4 persone a un massimo di 15.
Il coro multietnico sarà formato da un massimo di 20 persone.